• Art. 1 - Strutture portanti
      • La struttura portante sarà realizzata secondo la normativa di cui alla Legge 1086/71 ed alla Legge 64/74 e successivi decreti attuativi relativamente ai territori siti in zona sismica, in particolare il DM 14/01/2008 e il tutto in conformità dei disegni esecutivi depositati presso la Provincia di Chieti.

        Le strutture in elevazione quali travi, pilastri, solette, muri ecc. verranno realizzate con struttura in cls armato tipo C25/30 e armate con acciaio tipo B450C.

        Tutte le strutture verranno collaudate secondo la normativa vigente.

        I solai saranno del tipo misto con travetti precompressi e pignatte di alleggerimento aventi spessore H=cm 30 completati in opera con cls C25/30 per strutture piane ed inclinate.

        Le nervature di ripartizione, la monconatura di armatura e quant'altro necessario saranno in conformità delle vigenti normative in materia

    • Art. 2 - Pareti esterne
      • Le pareti esterne saranno realizzate secondo il progetto depositato ai sensi del DL 311/06 e successive modifiche per il contenimento del consumo energetico e costituite dai seguenti pacchetti murari:
        La tamponatura esterna sarà realizzata con  doppia parete in laterizio alveolato avente elevate caratteristiche di isolamento termoacustico : parete esterna da cm 15 di spessore  con intonaco grezzo all' interno ed isolamento termo-acustico  con pannelli in lana di vetro ad alta densità  da cm 6 , e parete interna da cm 12 di spessore  (trasmittanza totale 0,28 w/mq k).

    • Art. 3 - Pareti divisorie tra gli appartamenti
      • La separazione tra gli alloggi sarà realizzata con una parete da 8 cm ed una da 12 cm con interposto isolante termo-acustico; tra il corpo di fabbrica A e il B è previsto un giunto di dilatazione.

    • Art. 4 - Infissi
      • I portoni d'ingresso e le finestre delle gradinate saranno in alluminio preverniciato colorato completi di vetrate antinfortunistiche.

    • Art. 5 - Copertura
      • Il tetto a falde curve sarà realizzato con il sistema "tetto ventilato" con  copertura di tegole del tipo canadese o similari . 

    • Art. 6 - Opere di finitura per pareti esterne
      • Le pareti in laterizio saranno intonacate con malta premiscelata cementizia del tipo fibrorinforzata 
        e saranno rifinite con rivestimento o pittura ai silicati.

        Le pareti del piano terra invece, saranno rivestite in travertino.

        Gli aggetti, i cornicioni ed i parapetti dei balconi in cemento armato saranno in parte bocciardati e tutti protetti con pitture elastomeriche.

        Le finestre ed i balconi saranno rifiniti con soglie e stipiti in travertino da cm 4 di spessore o pietre similari.

    • Art. 7 - Opere di finitura per parti condominiali
      • Il tratto di pavimentazione per l'accesso ai portoni condominiali sarà realizzato in porfido ad opera incerta.

        La pavimentazione dell'atrio d'ingresso e di tutto il disimpegno condominiale sarà realizzata in grès porcellanato di prima scelta.

        Le scalinate avranno le pedate e le alzate in travertino o pietra similare a scelta della D.L. e ringhiera in ferro lavorato o in legno.

        Le pareti e le volte della corsia di manovra dell'autorimessa al piano interrato saranno intonacate con malta premiscelata a base gesso e la pavimentazione sarà del tipo industriale di colore tabacco o a scelta della D.L.

    • Art. 8 - Opere di finitura per garages
      • Ogni garage avrà una porta metallica del tipo basculante , un punto luce; n°2 prese di corrente elettrica ed un pilozzo lavapanni da cm 40x40 completo di rubinetto e scarico.

        Il cancello di accesso all'autorimessa sarà a due ante battenti in ferro verniciato e completo di motorizzazione e telecomandi.

    • Art. 9 - Illuminazione condominiale
      • La corsia di manovra del piano interrato sarà illuminata con plafoniere a tenuta stagna.

        Le scalinate, le zone condominiali ed i balconi saranno dotati di plafoniere.

        Luce di emergenza e notturna di cortesia per scalinate e corsia di manovra del piano interrato.

        Tutte le luci condominiali si accenderanno automaticamente tramite sensori di presenza e solo per il piano utilizzato.

    • Art. 10 - Ascensori
      • Ascensore di capienza n. 6 persone, portata 480 kg., velocità mt. 1 al secondo; dotato di motore elettrico tipo Gearless a magneti permanenti ed a risparmio energetico per n. 7 fermate complessive.

        il tutto secondo le attuali normative vigenti.

    • Art. 11 - Impianto solare fotovoltaico
      • Per ogni scalinata, verrà realizzato un impianto fotovoltaico da 3 Kw a servizio dell'utenza condominiale ed una predisposizione per impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria  ed integrazione al riscaldamento.

    • Art. 12 - Canali di gronda e pluviali
      • I canali di gronda e pluviali saranno del 0 100 ed in lamiera di alluminio liscio, comunque sagomati, dello spessore di 6/10 mm.

        I pluviali in numero necessario nello smaltimento delle acque meteoritiche avranno il terminale in lamiera di alluminio sp. 8/10 mm .

    • Art. 13 - Canne fumarie e sfiati
      • Le canne fumarie e di esalazione saranno di calcestruzzo vibro compresso a sezione quadrangolare costante, fornite in opera complete di terminale superiore in cemento vibrato.

    • Art. 14 - Tramezzature interne
      • I tramezzi interni saranno realizzati con mattoni forati in laterizio da cm 8 di spessore negli appartamenti e da cm 10 nei garage.

    • Art. 15 - Pavimenti interni
      • Il pavimento di tutti gli ambienti interni sarà realizzato con piastrelle in gres porcellanato o monocottura di prima scelta di formati fino a cm 45x45 oppure 30 x 60 posto in opera a colla su massetto già predisposto.

        Le piastrelle, di primarie ditte costruttrici (Casalgrande, Supergres, Alfa ceramiche) saranno a scelta dell'acquirente su campionatura predisposta dalla società costruttrice e del costo di listino (anno 2014) di euro 45,00.

        I zoccolini battiscopa saranno dello stesso tipo della pavimentazione.

        L'isolamento acustico ai rumori da calpestio tra i vari piani abitabili verrà ottenuto mediante la posa in opera sotto il pavimento di un feltro anticalpestio di spessore mm 3 circa su sottostante massetto allegerito per il livellamento delle tubazioni degli impianti, oppure mediante il pannello in polistirolo espanso dei pannelli radianti del riscaldamento a pavimento.

    • Art. 16 - Rivestimenti
      • I rivestimenti delle pareti dell'angolo cottura e dei bagni  verrano eseguiti con piastrelle di primarie ditte costruttrici (Casalgrande, Supergres, Alfa Ceramiche) e saranno a scelta dell'acquirente su campionatura predisposta dalla societa' costruttrice e del costo di listino (anno 2014) di euro 40,00 .

    • Art. 17 - Opere in ferro
      • Ringhiere e corrimano per scale e/o balconi saranno realizzati su disegno fornito dalla D.L.., in profilati  in ferro tondo, piatto, quadro o angolare, profili tubolari o scatolari eventuali lamiere, con intelaiatura fisse o mobili eseguiti con spartiti geometrici semplici e secondo le indicazioni del progettista e verniciati con vernice ferromicacea o smalto dato a tre mani, di colore a scelta della D.L.. 

    • Art. 18 - Recinzioni condominiali e private
      • I pannelli di recinzione condominiali saranno realizzati secondo progetto della D.L. , verniciati con vernice ferromicacea o smalto dato a tre mani, di colore a scelta della D.L. per un'altezza massima di cm 180 compreso di muretto in c.a. e tufo .

    • Art. 19 - Scale interne
      • Nelle unita' immobiliari in cui e' previsto il collegamento con livello superiore, sara' realizzato un foro circolare al solaio di circa 140 cm. di diametro (esclusa la scala).

    • Art. 20 - Infissi esterni
      • I portoncini di ingresso saranno del tipo BLINDATO dim 90x210 cm., certificato in classe 2 antintrusione secondo norma europea ENV 1627/30, laccata e resistente agli agenti atmosferici , colore a scelta della D.L. Sono compresi : la serratura di sicurezza con chiave a doppia mappa, lo spioncino , il pomolo girevole e maniglia interna in acciaio satinato, compreso di coibentazione interna.

        Tutte le finestre ed i balconi saranno in legno mogano lamellare tinto noce chiaro con telaio di sezione 59x80 ed ante di sezione 68x90, doppia guarnizione, vetro trasparente a basso emissivo 4-18-4 con canalina in acciaio. Nei bagni e nelle cucine le aperture saranno ad anta ribalta.

        L'oscuramento interno sarà eseguito con tapparelle avvolgibili in pvc con motorizzazione elettrica presente in tutte le aperture con esclusione dei bagni.

    • Art. 21 - Porte interne
      • Tutti i vani degli appartamenti saranno dotati di porte interne in legno tamburato o rivestite in laminato delle dimensioni standard cm 70-80x210, una a vetro e le altre chiuse, con aperture ad anta e una scorrevole se richiesta.

        Sono inoltre compresi: le cerniere, le maniglie e le serrature in acciaio satinato. 

    • Art. 22 - Sanitari
      • I sanitari saranno  della POZZI GINORI -serie EGG e FANTASIA 2 o similari

        Bagno principale
        Lavabo  sospeso, completo di semicolonna, vaso completo di coperchio, cassetta ad incasso GEBERIT, bidet e piatto doccia, della serie Egg sospesa.

        Bagno di servizio :
        Lavabo sospeso completo di semicolonna o pozzetto lavapanni con mobile ; vaso completo di coperchio, cassetta ad incasso GEBERIT; piatto doccia 72x90, della serie FANTASIA 2 sospesa

    • Art. 23 - Rubinetterie
      • In ogni sanitario: lavabo, bidet, doccia, vasca sarà montato un gruppo miscelatore monocomando.

        Le rubinetterie per i bagni  sono in acciaio cromato del tipo "NEW ROAD" della NOBILI o similari con limitatore dinamico di portata per il risparmio idrico.

    • Art. 24 - Impianto di riscaldamento e condizionamento
      • L'impianto di riscaldamento sarà centralizzato con produzione di acqua calda sanitaria centralizzata e con impianto a pannelli radianti.

        Ogni alloggio sarà dotato di contabilizzatore che consentirà di regolare e contabilizzare l'energia termica utilizzata dal singolo appartamento.

        Sarà presente un cronotermostato ambiente che oltre a gestire la temperatura interna comunicherà le informazioni relative ai consumi al sistema di lettura centrale.

        Sarà inoltre realizzata la predisposizione per eventuale impianto di climatizzazione per n° 2 split per appartamenti piccoli e per n° 3 split per appartamenti grandi.
        Rilevatore di fughe di Gas.

    • Art. 25 - Serbatoio autoclave
      • La riserva idrica sarà assicurata da un impianto autoclave condominiale per ogni singola scalinata, superiore a 500 lt. ad appartamento.

    • Art. 26 - Impianto idrico e di scarico
      • L'impianto idrico di cucina e servizi per acqua calda e fredda sarà realizzato con tubi in polipropilene , rivestiti con guaina isolante.

        L'impianto di scarico sarà eseguito con tubazioni insonorizzante ad innesto della REDI o ditte similari.

    • Art. 27 - Impianto elettrico
      • L'impianto elettrico di ogni singola unita' abitativa, delle parti comuni del fabbricato e dell'intero complesso residenziale sarà fornito e posto in opera seguendo la migliore regola dell'arte con materiali marcati IMQ e dietro la presentazione di Progetto e relativa distinta materiali, realizzato in conformità alle norme CEI e in particolare alla CEI 64-8 (quarta edizione), a quanto previsto dalla legge N. 46/90 e alla legge N. 186/68.

        Alla fine dei lavori verrà rilasciato il Certificato di Conformità cosi' come previsto dalla legge 46/90.

        L'impianto elettrico sottotraccia sarà eseguito con idonei tubi corrugati e fili unipolari antifiamma intercambiabili, a doppia rete (linea Luce e linea F.M.) compreso di una centralina con salvavita, due magnetotermici ed uno scaricatore di tensione per la protezione di tutto l'impianto e degli elettrodomestici da eventuali fulmini e da sovratensione.

        Ogni camera avrà in media 3 prese ed 1 interruttore.

        In ogni bagno sarà installata una suoneria di emergenza.

        Impianto di luce d'emergenza completo di 2 lampade da 6 Vatt.

        Predisposizione per un impianto di allarme sottotraccia.

        Gli interruttori, i deviatori, i commutatori e le prese di corrente saranno del tipo ad incasso, con placche e frutti in materiale plastico della marca AVE tipo DOMUS o similari.

    • Art. 28 - Impianto telefonico e videocitofonico
      • In ogni ambiente ( esclusi i bagni ) sarà installata n° 1 presa telefonica.

        La rete di telefonia verrà realizzata secondo le specifiche di TELECOM ITALIA S.p.a..

        Verrà installato impianto videocitofonico con monitor led a colori, vivavoce e apriporta elettrico .

    • Art. 29 - Impianto TV
      • In ogni singolo alloggio verranno collocate n° 3 prese TV analogiche e n° 1 presa per la TV satellitare con centralina unica condominiale. 

    • Art. 30 - Intonaco interno
      • L' intonaco interno sarà realizzato con malta pronta premiscelata a base cemento per le pareti da rivestimenti con piastrelle a base gesso per tutte le altre .

    • Art. 31 - Tinteggiatura interna
      • La tinteggiatura interna verrà effettuata con due mani di pittura semilavabile bianca per le volte e due mani di pittura lavabile bianca o colore chiaro a scelta dell'acquirente per le pareti . 

    • Art. 32 - Finiture per sottotetto
      • I locali sottotetto, collegati alle unità immobiliari del 4° piano saranno così rifiniti :
        Porte interne come Art. 22;
        Infissi esterni in legno e alluminio con scurini interni dove necessari; 
        Intonaci come Art. 31;
        Pavimenti come Art. 15;
        Impianto elettrico come Art. 28 ma con predisposizioni per la futura ripresa dei vari punti elettrici per spostarli all'interno delle pareti divisorie future;
        Impianto di riscaldamento e condizionamento come Art. 25 ma collegato all'unità immobiliare sottostante 
        Tramezzature come Art. 14 ;
        Un bagno di servizio come Art. 23 ;

    • Art. 33 - Variazioni alle previsioni progettuali
      • Sono possibili variazioni progettuali, rispetto alle distribuzioni interne degli alloggi, ma le stesse dovranno essere verificate dalla D.L. che ne attesterà la fattibilità o meno, con particolare riferimento alla disposizione dei bagni, cucine, camini.

        Saranno quantificati eventuali costi aggiuntivi per manodopera e/o materiali.

    • Art. 34 - Regolamento condominiale e tabelle millesimali
      • La parte promittente venditrice provvederà a fare redigere sia le Tabelle Millesimali sia il Regolamento condominiale, che la parte promissaria acquirente si impegna ad accettare anche nella quota delle relative spese .

    • Art. 35 - Condizioni particolari
      • Va precisato che ogni elemento che non fosse individuato nel presente capitolato , ma che si rendesse necessariamente sarà  fornito a scelta della D.L. 

        Sarà fatto espresso divieto all'acquirente di fornire direttamente o indirettamente qualsiasi tipo di materiale .
        Eventuali montaggi particolari di pavimenti o rivestimenti richiesti dalla parte acquirente , dovranno essere concordati preventivamente con la società venditrice e saranno quantificati a parte .

        Qualora sia richiesta la posa di pavimento in legno , cotto o ceramica di formati o tipi speciali per cui siano necessaria la posa in opera , trattamenti particolari  e/o lucidatura , i maggiori oneri saranno a carico della parte acquirente.

        In caso di richiesta di montaggio di pavimenti in legno , la parte venditrice non sarà ritenuta responsabile di eventuali ritardi nella consegna dell'appartamento dovuti al maggior tempo necessario per detta posa ; in tal caso l'appartamento si intende consegnato con la sola preparazione del sottofondo per la posa del legno .

        Naturalmente le eventuali modifiche richieste dalla parte acquirente , dovranno rispettare le norme in materia e comunque essere autorizzate dalla D.L. e parte venditrice.

        L'edificio nella sua interezza sarà realizzato come da progetto ed eventuali successive varianti predisposte ed approvate dalle Autorità Comunali , fatte salve tutte quelle variazioni di tipo estetico che la D.L. riterrà apportare durante il corso dei lavori , ed in sintonia con le disposizioni e le normative in vigore al momento del rilascio del permesso di costruire o sua variante.

        Le superfici e le quote indicate sugli elaborati grafici sono da intendersi come suscettibili di variazioni conseguenti alle definitive suddivisioni o per il passaggio di strutture, impianti e tubazioni che potrebbero non apparire sugli elaborati grafici al momento attuale .

        Eventuali tubazioni, per sottoservizi condominiali e non, costituiscono servitù tacitamente acccettate sin da ora.

  • Sostenibilit√† Ambientale e Risparmio Energetico
    Risparmio Energetico

    Sono sostenibili quelle azioni che non comportano un danneggiamento o una perdita di risorse naturali e che quindi si svolgono nel pieno rispetto dell’ambiente.  In campo energetico, sono sostenibili quei modi di produrre ed utilizzare le diverse forme di energia che non inquinano l’atmosfera, il suolo e le acque e che si avvalgono di fonti energetiche rinnovabili.

    Le nostre case sono realizzate in classe energetica A, questo significa che rispondono ai più elevati standard di efficienza energetica in termini di tenuta termica e, di conseguenza, di risparmio energetico.

     

    Un appartamento in classe A, consente un notevole abbattimento dei costi per il riscaldamento e d'estate, per il raffreddamento. L'utilizzo di materiali di qualità e tecnologie innovative, consente di mantenere più facilmente la temperatura all'interno, con un dispendio minimo di energia.

     

    Progettare un edificio nel rispetto di questi argomenti vuol dire tenere la massima attenzione a come saranno realizzati:

    Murature perimetrali  con cappotto ad alte prestazioni termoisolanti.

    Serramenti in legno di ultima generazione, ad alto potere fono isolante  per garantire elevato isolamento acustico e  contenimento delle dispersioni di calore.

    L’impiantistica termica centralizzata, mediante pompa di calore e supporto di caldaia a condensazione, con contabilizzatori autonomi per ogni appartamento; e l’impianto di riscaldamento a pavimento.

    Tubazioni isolate per limitare i disturbi

    Pareti divisorie a doppia struttura con isolamento termoacustico in lana di roccia, atte a garantire elevata protezione dai rumori delle unità adiacenti.

    Solai con elevate prestazioni fono isolanti, sia contro i rumori aerei che contro quelli impattivi da calpestio

    Fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento
    Tabella di riferimento

    ipotizzando un costo per l’energia pari a 0.14 €/kWh, per una casa in classe A+ di circa 100 mq,

    si può risparmiare spendendo intorno ai 250 €/anno per il riscaldamento, 

    contro i 1.000 €/anno o più, per un’abitazione delle medesime dimensioni in classe C, a parità di condizioni d’uso.

  • Agevolazioni per chi acquista una casa e l'affitta

    L'articolo 21 del decreto sblocca Italia ha introdotto un'importante agevolazione per chi acquista casa da destinare all'affitto. Infatti chi compra un immobile a destinazione residenziale di nuova costruzione o oggetto di interventi di ristrutturazione, ha diritto a una detrazione irpef del 20% per una spesa massima di 300 mila euro. Ma ci sono delle condizioni da rispettare

    La detrazione irpef

    Nell'articolo 21 intitolato "misure per l'incentivazione degli investimenti in abitazioni in locazione" è previsto un bonus per chi acquista, dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017, immobili a destinazione residenziale che siano di nuova costruzione oppure oggetto di interventi di ristrutturazione, cedute da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie. Tale bonus consiste in una deduzione dal reddito complessivo pari al 20% del prezzo di acquisto dell'immobile che risulta dall'atto di compravendita

    Il limite massimo di spesa è di 300.000 euro e l'agevolazione è prevista solo per le persone fisiche e non per chi esercita attività commerciali. Stesso limite di spesa è valido non solo per chi acquista, ma anche per chi sostiene le spese per costruire un immobile a destinazione residenziale sull'area edificabile che già possiede il contribuente prima che inizino i lavori o sulla quale è già stato riconosciuto il diritto di costruire

    Le condizioni per usufruire del bonus

    Per poter usufruire del bonus ci sono però delle condizioni da rispettare:

    L'immobile acquistato o costruito su aree edificabili deve essere messo in locazione per almeno otto anni continuativi a canone concordato entro sei mesi dall'acquisto o dal termine dei lavori.
    Se per motivi non imputabili al locatore, il contratto d'affitto si risolve prima degli 8 anni ne deve essere stipulato un altro entro un anno.

    Il contratto non può essere stipulato tra genitore e figlio, quindi non devono esistere rapporti di parentela di primo grado tra inquilino e proprietario.

    L'immobile deve essere a destinazione residenziale e non può essere classificato o classificabile nelle categorie catastali a/1, a/8 e a/9, quindi non può essere un immobile di lusso, signorile o di pregio.
     
    L'immobile non deve essere ubicato nelle zone che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale, in quelle destinate a nuovi complessi insediativi o a nuovi insediamenti per impianti industriali e per usi agricoli.

    L'immobile deve appartenere alle classi energetiche a o b.

    La deduzione deve essere ripartita in 8 quote annuali di pari importo, a partire dal periodo d'imposta nel quale avviene la stipula del contratto di locazione è non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste dalla legge.